lunedì 8 Agosto 2022
spot_img

A Cori la Rai non si vede, l’assessore Nuglio: sciopero del canone

di Redazione – In vaste zone di Cori è praticamente impossibile vedere uno dei quattordici canali Rai. I cittadini, infuriati per aver pagato inutilmente il canone, hanno dato vita ad una raccolta di firme per protestare contro la tv statale e minacciano in ultimo di non pagare il canone.

“Il canone si deve … solo se si vede” dice l’assessore all’Innovazione Tecnologica del Comune di Cori, Fausto Nuglio, che scimmiotteggia lo slogan degli spot Rai in onda proprio in questi giorni e che sembrano quasi una beffa agli utenti i Cori.

Questa situazione va avanti da anni e già il Comune aveva più volte sollecitato la Rai che aveva anche effettuato un sopralluogo sul posto e sottolineando la necessità di un adeguamento tecnologico dell’impianto. Cosa che è stata fatta con i soldi dei cittadini che si sono autotassati visto che mamma Rai non aveva intenzione di investire su questo territorio.

Adesso la situazione è sempre la stessa e adesso Nuglio ha intenzione di denunciare la Rai al Ministero per le Comunicazioni, la Regione Lazio e al Corecom Lazio perché così si lede il diritto costituzionale di uguaglianza di accesso all’informazione.

CORRELATI

spot_img
spot_img