lunedì 8 Agosto 2022
spot_img

Breda: “Costruite occasioni, è mancato solo il gol”

Ci ha provato fino alla fine, ma il gol non è arrivato. Dopo tre sconfitte consecutive il Latina conquista un punto al Francioni contro il Cesena, anche se avrebbe meritato qualcosina in più come ammesso dal tecnico nerazzurro Breda in conferenza stampa: “Il gruppo l’ha vissuta come una partita molto positiva. Siamo tornati a non prendere gol e concedere poco agli avversari. Ovviamente il nostro desiderio era quello di fare bottino pieno ma è comunque un passo in avanti che interrompe la serie di sconfitte e ci fa muovere la classifica. Devo dire che le occasioni più nitide le abbiamo avute noi. Contro avevamo una squadra di valore, che fuori casa ha bloccato l’Empoli, il Brescia, senza mai concedere gol. Tra tutte le partite del Cesena che ho visto, questa è quella nella quale hanno subito più occasioni contro”.

LA SCELTA DI CHIARA E IL MOMENTO DI GHEZZAL

Poi l’analisi si sposta sui singoli, a partire dalla scelta di Di Chiara, per poi passare al momento no di Ghezzal: “D’Alessandro è un cliente difficile a prescindere, ha una velocità impressionante. Ho messo Di Chiara dall’inizio perché lo avevo visto bene a Siena e devo dire che in fase propositiva ha fatto buone cose, ha anche un buon piede sui calci piazzati. Nella ripresa ho deciso di mettere in quel ruolo un giocatore più difensivo come Bruscagin, visto che nel primo tempo attaccavano solo da quella parte. Nella ripresa grazie al cambio l’hanno dovuto spostare perché non trovavano più sbocchi”.
Per quanto concerne Ghezzal, lui è un attaccante e ogni centravanti si esalta o si deprime più facilmente rispetto agli altri ruoli perché ha bisogno del gol e della giocata. È un giocatore importante, dobbiamo avere la forza di farlo tornare ai suoi livelli. Anche oggi ha fatto discrete cose, anche se magari non è stato incisivo. Deve sapere che ha la stima di tutto il gruppo, dei tecnici e dei compagni.

IL 29 A LA SPEZIA SI CHIUDE L’ANNO

E il 29 si torna in campo a La Spezia: “In due giorni dobbiamo cercare soprattutto di recuperare le energie fisiche e mentali. Sarà una bella sfida, contro un avversario in salute e con pochi giorni per preparare questa gara. Ma anche loro avranno lo stesso problema”.

CORRELATI

spot_img
spot_img