martedì 16 Agosto 2022
spot_img

Il Covid cambia le feste, anche Babbo Natale rischia di restare senza slitta

E’ entrato nelle nostre vite come una bufera. Ha mutato atteggiamenti,modalità di relazionarsi, di vivere e viversi.

E’ entrato nelle nostre case modificando radicalmente anche la gestualità nela sfera affettiva, privando i più piccoli di un abbraccio o di un bacio ai nonni, i più adulti di uno slancio vrso i propri genitori.

Ha suddiviso il mondo in categorie, come conviventi e congiunti. Ha posto in cima al vocabolario termini quali distanziamento, assembramenti, curva epiemilogica, saturimetro.

Ed oggi rischia di togliere anche la slitta a Babbo Natale.

Rischia di mutare l’approccio, era accaduto in modo meno sentito con il coiglietto di Pasqua, che le famiglie hanno nei confrontib delle festività che come nessuna occasione in asssoluto offrono l’opportunità di ritrovarsi, di riscoprirsi, di sorridere, e litigare, in famiglia tra luci colorate e cene dove la condivisione è il vero filo conduttore.

Rischia di mettere in primo piano quella solitudine, che in modo più o meno celato, già pervade tanti, negli ospedali, nelncorso della quarantena, anche nei posti di lavoro o per strada dove ci guardiamo con sospetto da sopra quella mascherina ed evitiamo di sfiorarci o scambiarci un saluto spesso ridotto ad un cenno della testa o ad una alzata di mano.

Ma anche di segnare tra negozi chiusi, città svuotate di addobbi il confine di non ritorno per un’economia che da mesi è piegata sotto il peso di una pandemia  di decreti che sotto la scure dei contagi chiudono le attività dalla sera alla mattina ma con la stessa rapidità non erogano sosteni e sussidi in grado di non ridurre le persone alla povertà e le imprese, a qualsiasi livello, all’oblio.

Il Natale 2020 sarà un Natale diverso, ma dobbiamo fare di tutto perchè non sia un Natale perso. Illuminiamo le nostre case, cerchiamo nuovi modi di fre acquisti a tutela della salute ma anche dell’economia, scopriamo come donare un sorriso ai più anziani e come non farlo perdere ai bimbi in attesa di sentire il camino che scricchiola sotto il peso di Santa Claud.

Ci saranno anche restrizioni agli spostamenti, ma sta a noi impedire che la slitta di Babbo Natale resti in garage.

 

Alessia Tomasini
Nata a Latina è laureata in Scienze politiche e marketing internazionale. Ha collaborato con Il Tempo e L'Opinione ed è stata caporedattore de Il territorio e tele Etere per la politica e l'economia. L'esperienza nell'ambito politico l'ha vista collaborare con pubbliche amministrazioni, non ultima quella con la regione Lazio, come portavoce e ufficio stampa.

CORRELATI

spot_img
spot_img