lunedì 6 Dicembre 2021
spot_img

Padre e figlio aggrediti sulla spiaggia a Latina. Atto razzista da 4 bagnanti

Si torna a parlare di razzismo a Latina.

Padre e figlio sono stati aggrediti sul lungomare, all’altezza di Capoportiere, nel fine settimana.

I due, di origine marocchina, sarebbero stati presi a calci e pugni da un gruppo di giovani.

Secondo le ricostruzioni gli aggressori sarebbero stati in quattro.

Più volte, infatti, il pallone con cui stavano giocando in spiaggia sarebbe andato a finire sulla merce in vendita degli ambulanti.

Il gruppetto avrebbe reagito con rabbia e violenza dopo essere stato ripreso dai due ambulanti e si sarebbe dileguato lasciandoli a terra dopo averli picchiati.

Sul caso ha espresso sdegno il senatore del Movimento 5 Stelle, Marinella Pacifico.

“Io sto con Mustafà! Io sto con chi, cercando di tirare a campare, percorre chilometri di spiaggia – spiega la Pacifico – cercando di guadagnarsi da vivere onestamente. Perché di questo si tratta. Non ci sono giustificazioni all’atto criminale compiuto da questi giovani pontini e spero che la magistratura corregga con una sentenza durissima il clima di odio che la politica non è riuscita ad arginare”.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri.

“Trovo pericolosissimo sottovalutare l’aggressione soprattutto se avvenuta per motivi razziali. Sarebbe auspicabile – conclude la Pacifico – che la politica tutta, le istituzione e la società civile condannassero inequivocabilmente l’infame azione. Solo una risposta corale isolerebbe il germe dell’odio razziale”.

Alessia Tomasini
Nata a Latina è laureata in Scienze politiche e marketing internazionale. Ha collaborato con Il Tempo e L'Opinione ed è stata caporedattore de Il territorio e tele Etere per la politica e l'economia. L'esperienza nell'ambito politico l'ha vista collaborare con pubbliche amministrazioni, non ultima quella con la regione Lazio, come portavoce e ufficio stampa.

CORRELATI

spot_img
spot_img