mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img

Roccagorga in zona rossa a causa della variante inglese del covid: lo sfogo del sindaco Piccaro

Una giornata convulsa, che non era finita neanche alle 4 di questa mattina. A quell’ora, più o meno, il sindaco di Roccagorga Annunziata Piccaro, dopo che il paese era stato dichiarato ‘zona rossa’ per la presenza di casi della così detta ‘variante inglese’, ha affidato al suo profilo social un lungo, ed amaro, racconto di una giornata a tratti irreale.

“Comprendo lo smarrimento e l’incertezza che può regnare nell’animo dei miei concittadini – confessa il sindaco – in queste frenetiche ore e comprendo anche come, insieme alle indicazioni precise imposte dalla zona rossa, molte delle quali ormai ripetute da tempo, le persone vadano anche rassicurate perché devono sapere che tutte le Istituzioni, ognuna per le proprie competenze, lavorano per tutelare e garantire la sicurezza della comunità”.

Quindi la cronistoria di una giornata frenetica: “Dalle prime telefonate ricevute dall’Assessore D’Amato si sono poi susseguiti continui contatti con il Prefetto, il Questore, la Asl di Latina, la nostra Polizia Locale e la nostra stazione dei Carabinieri nella persona del Comandante, i nostri Amministratori, la Protezione Civile Comunale, il Presidente e i sindaci della Provincia e tutti voi cittadini…. tutti hanno contribuito, per le proprie competenze, a creare quella rete di sostegno necessaria alla comunità in un momento così difficile e delicato”.

Poi lo sfogo, contro chi ha voluto marchiare Roccagorga come si fa con gli appestati: “Fa male al cuore vedere denigrato il mio Paese con immagini della nostra splendida piazza marchiate “Zona Rossa” come fosse uno stigma, una colpa o una vergogna.

Tanti hanno fatto la corsa, con l’ansia di prestazione e il bisogno di apparire (a destra e a sinistra, sopra e sotto) a chi diceva per primo notizie su Roccagorga, a chi più poteva sminuire o ridicolizzare la figura e il ruolo del Sindaco, perché era solo quello che interessava.

Mi chiedo se qualcuno ha pensato all’Animo di questa comunità ferita e dolorante che non aveva bisogno certo di essere oltremodo oltraggiata”.

Quindi la difesa personale della Piccaro, che non ha digerito quelle che ritiene solo bugie: “Interessava dire solo menzogne, Sindaco irreperibile, non presente al tavolo della Prefettura, non informato… mi spiace per voi ma sono stata sempre reperibile, presente nella casa comunale, presente ai contatti telefonici e agli incontri in Prefettura, rispettosa della comunicazione istituzionale, della quale sono incaricata e per la quale eravamo in parola con le altre Istituzioni.

Chiunque abbia prova del contrario denunci alle autorità competenti l’inadempienza, perché è giusto che lo faccia, altrimenti TACETE deponete penne e tastiere perché non è il momento.

ROCCAGORGA MERITA RISPETTO ed è questo che ha, ed avrà sempre, dal suo Sindaco.

Rispetto, tutela, amore e protezione come è giusto che sia, sempre, ma ancor più adesso”.

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img