lunedì 8 Agosto 2022
spot_img

Roccagorga, Restaini smentisce Martinelli

“Il direttore dell’Azienda Vola pensa di intimidire la mia azione politica, nell’esercizio del ruolo di consigliere comunale, che tiene da sempre al rispetto del piano delle regole e della tutela dei cittadini tutti?” così Lubiana Restaini, consigliere capogruppo di Forza Italia al Comune di Roccagorga, apprendendo con stupore le intenzioni dell’ ingegnere Giorgio Martinelli, di sporgere querela nei suoi confronti per il tentativo di far luce sulle criticità della gestione dell’azienda speciale.

“Non è un mistero – prosegue la Restaini – che l’azienda nella scorsa settimana aveva fatto pervenire ad alcuni dipendenti a tempo indeterminato, operanti nel servizio dell’assistenza domiciliare, la richiesta stante l’impossibilità di continuare a garantire l’orario di lavoro di 10 ore settimanali, e che per loro sarebbe stato più conveniente sottoscrivere il contratto, che ha presentato per la firma alle lavorarici, con una cooperativa esterna che lavora in somministrazione di lavoro (MedHospes onlus), tramite la Humangest-Agenzia Di Somministrazione di Lavoro Srl.? Perché non risponde al sindacato CGIL che ha fatto una nota durissima, intende procedere anche qui con una querela?”

Martinelli, intanto, non dà nessuna risposta alle domande e richieste che riceve, in disprezzo di ruoli e funzioni.

“Chi ha preso questa decisione di non poter garantire l’orario contrattuale alle operatrici dell’assistenza domiciliare? Non è forse vero che i verbali del CdA sono stati pubblicati sul sito dell’Azienda soltanto a seguito della mia richiesta e solo il n. 3 e 4 ? e tutti i verbali precedenti che fine hanno fatto? Il sito nuovo che non contiene nulla degli obblighi di pubblicazione di cui ne è responsabile, Perché? Sparisce il verbale di approvazione precedente che approvava il bilancio 2019 con il parere negativo del revisore, ne aspettiamo la pubblicazione ancora in corso? Perché il costo dell’assistenza domiciliare lo ha stabilito il direttore, mentre la competenza è della giunta per le tariffe? E’ vero che ha chiuso dopo l’ennesima contestazione supportata da atti amministrative e da visure la sua partita Iva individuale solo nel mese di Dicembre 2020? E’ vero che detiene il 100% delle quote di una SRL di cui è amministratore, cosa vietata dallo Statuto aziendale? E’ vero che non vi è traccia della dichiarazione di incompatibilità obbligatoria prima di essere assunto con un contratto che lei ha scelto, perché il bando non lo prevedeva? “

Queste sono le domande a cui deve rispondere il direttore, secondo la consigliera Restaini per la quale “della sua immagine sinceramente se ne può fare a meno, della trasparenza e delle regole no!”

“L’ing. Martinelli parla di accuse assurde ed infamanti, ma tengo a ribadire che quanto da me affermato è sempre stato supportato da fatti realmente accaduti e non da supposizioni. Mi riferisco alle innumerevoli vicende che hanno visto l’Azienda Vola infelice protagonista, dalla irregolarità del Durc, al ritardato pagamento degli stipendi, alla volontà di costringere le operatrici dell’assistenza domiciliare ad accettare una diversa e minore quantizzazione del proprio contratto di lavoro con l’azienda, mentre una cooperativa amica, selezionata non si sa bene dove e quando, si accinge a prendere in mano l’assistenza domiciliare del Comune di Roccagorga! E la lista delle irregolarità non finisce qui, vogliamo parlare delle derrate alimentari acquistate a forfait da una ditta nel nord a costi triplicati, dei menù scolastici che non rispondono ai requisiti del Sian, degli operai della manutenzione costretti ad improvvisarsi sporzionatori di pasti, accedendo ai locali della mensa senza nessun tutela per sé e per i bambini?” conclude la consigliera.

CORRELATI

spot_img
spot_img