lunedì 6 Dicembre 2021
spot_img

“Sardine” anche a Latina, Tripodi: “Questa classe dirigente è al capolinea”

“Se il centrosinistra sostiene le iniziative delle sardine, evidentemente questa classe dirigente è al capolinea e gli italiani lo testimoniano sostenendo Matteo Salvini”.

Lo dice il capogruppo della Lega in consiglio regionale del Lazio Orlando Angelo Tripodi, che aggiunge: ”persino a Latina si persegue una mobilitazione contro la prima forza politica della città, della provincia, del Lazio e d’Italia, quando la macchina amministrativa del capoluogo è ingessata per l’ideologia spingendo gli investimenti altrove e sembra essersi ulteriormente arenata in attesa del matrimonio fra Damiano Coletta e il Pd“.

Questa classe dirigente è dormiente sui temi caldi e impellenti – ha denunciato Tripodi – dal nuovo ospedale di Latina alla riduzione dell’offerta sanitaria con la chiusura dei 7 punti di primo intervento che bloccheranno i pronto soccorso fino alla Roma-Latina e alla bretella Cisterna-Valmontone fino alla manutenzione delle arterie. Qual è la visione del territorio? Occorre una linea marcata dallo sviluppo, capace di realizzare quelle infrastrutture vitali per far ripartire l’economia e per porre al centro i porti di Gaeta, Formia e Terracina, che diventerebbero nevralgici”.

Nel rimarcare il fallimento del presidente della Regione Nicola Zingaretti e quindi di tutto il territorio, il consigliere della Lega ha concluso: “siete destinati all’estinzione, altro che le sardine con cui state ridicolizzando la politica e la poca credibilità che i cittadini nutrono”.

CORRELATI

spot_img
spot_img