giovedì 18 Agosto 2022
spot_img

Sezze ha 2400 anni, le “scuse” a Priverno: Ufente non era nostro (3)

Lidano setino: “no, non lo farò mai”

Lidano diaspora: “dobbiamo, se la storia del carbonio 14 non ci salva dovremo arrenderci”. C’è il rischio che la stazione si chiami “Sezze di Priverno”, per cronologia

Ls: “non dirmi che lo hai fatto?”

Ld: “dovevo, se Sezze ha 2400 anni, Ufente non è dei nostri (perché non c’eravamo), Camilla non lo ha offeso. Quindi secoli di guerra all’infingardo pipernese sono immotivati, quindi ingiusti”

Ls: noooo, non sarò mai

Ld: sappiamo l’impossibile, ma ho dovuto prendere contatti col pipernese più ostico, Enrico Forte, e cominciare le trattative. La nostra Cassibile, è Maccalè. Lui mi ha accolto sfottendomi con “acqua e luce a Maccalè”. Volevo morire, sto 30 settembre è il nostro 8 settembre

Ls: noooo, fermate

Ld: lo statuto parla chiaro, noi non possiamo non riconoscere i nostri errori.

Ls: aspetta l’esame della cornucopia

Ld: ma mentre debbo trattare. La datazione di 2400 anni anni cancella: Ercole, Ufente, l’uomo a phi, i ciclopi, e mi fermo

Ls: sono dispeerato

Ld: pensa alla operazione carbonio 14, forse ci salviamo e a Maccale dirò: “non te fai n’amico a Piperno”

Ls: certo l’hanno fatta grossa

Ld: grossa? Lidano mio ci hanno negato. Siamo degli zombie.

Lidano Grassucci
Direttore di LatinaQuotidiano fino ad Aprile 2018. Giornalista professionista, laureato in scienze politiche, è stato direttore de Il Territorio, Tele Etere, Economia Pontina, caposervizio presso Latina Oggi e autore di numerose pubblicazioni.

CORRELATI

spot_img
spot_img