martedì 9 Agosto 2022
spot_img

Cani in spiaggia, il Tar annulla il divieto imposto a San Felice e a Gaeta

Il Tar ha annullato il provvedimento delle amministrazioni di San Felice Circeo e di Gaeta che vietava l’accesso in spiaggia dei cani. Il ricorso che era stato presentato dall’associazione Earth è stato accolto e gli amici a 4 zampe potranno godersi le vacanze insieme ai loro padroni.

Secondo i giudici amministrativi il passaggio dell’ordinanza comunale in cui si permetteva l’accesso agli animali soltanto a discrezione dei gestori degli stabilimenti, era pregiudizievole per chi non può permettersi di pagare per andare al mare.

Non avendo predisposto un tratto di spiaggia attrezzato per gli amici a 4 zampe l’amministrazione non può impedire che i cani accompagnino i padroni nelle giornate di relax.

Stessa situazione si era verificata a Latina 2 anni fa. In quel caso il Tar del Lazio aveva definito la decisione di vietare l’ingresso ai cani sulla spiaggia destinata alla libera balneazione “irragionevole e illogica”.

Il divieto assoluto di accesso alle spiagge, anche se con museruola e guinzaglio, spiegava il Tar, “incide anche sulla libertà dei proprietari dei cani”, creando inoltre diseguaglianze nel caso vi siano aree di accesso per gli animali, create dai gestori degli stabilimenti balneari, a pagamento.

Secondo la magistratura amministrativa del Lazio, come già affermato dal Tar Calabria nella sentenza del 2014 “l’amministrazione avrebbe dovuto valutare la possibilità di perseguire le finalità pubbliche del decoro, dell’igiene e della sicurezza mediante regole alternative al divieto assoluto”.

CORRELATI

spot_img
spot_img