mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img

Elezioni Regione Lazio, Zingaretti: sulla Roma-Latina si va avanti. Simeone: da PD idee confuse

Sulla Roma-Latina si va avanti. A dirlo è il governatore uscente e candidato Nicola Zingaretti. “Credo sia utile e opportuno fare chiarezza sul tema dell’autostrada Roma-Latina e sulle scelte che faremo. Nel confronto con Liberi e Uguali questo punto era stato avanzato con una forte criticità dai suoi rappresentanti. Chiarito nel confronto che il progetto è ora in fase conclusiva della gara e addirittura in assegnazione del progetto, si è convenuto insieme che la Regione andrà avanti, con l’impegno, com’è noto, di affrontare e studiare soluzioni diverse per l’ingresso nella Capitale. Dopo aver superato in positivo vari ricorsi in diversi livelli di giudizio. Ora occorre attendere il pronunciamento del Consiglio di Stato, ma sia chiaro, non per responsabilità della politica, ma questa volta di confronto tra le imprese”.

Ma le cose non starebbero così per il consigliere regionale Pino Simeone che riporta le parole dell’esponente di Liberi e Uguali Paolo Cento, secondo cui “il progetto della Roma – Latina è vecchio, obsoleto, inutile e costoso. A Zingaretti abbiamo proposto una svolta capace di mettere in sicurezza la Pontina”. “Come dire – dice Pino Simeonepoche idee e tutte confuse almeno in casa Pd. Qualcuno diceva che a pensar male si sbaglia ma qualche volta ci si azzecca. Mai come in questo caso ci abbiamo, tristemente, azzeccato. I cittadini del Lazio e della provincia di Latina ringraziano Liberi e Uguali per aver smascherato Zingaretti e aver dato la giusta dimensione di una Regione e di un territorio che sotto il governo del centrosinistra avranno ben poco da sperare in termini di infrastrutture e sviluppo. Noi dubbi non ne abbiamo oggi e non ne abbiamo mai avuti. La Roma – Latina e la Cisterna Valmontone sono due opere strategiche e fondamentali per la sicurezza dei cittadini e per lo sviluppo dell’economia e dell’occupazione a cui non rinunceremo. Se Zingaretti ed i suoi sostenitori vogliono giocare lo facciano pure ma sapendo che non gli consentiremo di continuare a farlo con questa farsa che ha già, in soli cinque anni, distrutto ogni ambizione di crescita per il Lazio”.

Nel frattempo c’è da sistemare la Pontina. Lo ricordano gli esponenti di Forza Italia a Latina, Giorgio Ialongo e Giovanna Miele:  “La Pontina è sempre più una strada colabrodo, piena di voragini, dove si deve procedere a zig zag, e se si schiva la buca a destra si finisce in quella a sinistra”. Per i due consiglieri comunali Pontina e Roma-Latina dovrebbero rimanere fuori dalla campagna elettorale: “Ci troviamo nostro malgrado ad assistere all’ingresso della Pontina in campagna elettorale, merce di scambio per Nicola Zingaretti e i suoi alleati di Liberi e Uguali, che non vogliono la realizzazione della Roma-Latina. Noi – proseguono Ialongo e Miele- sosteniamo che Pontina e Roma Latina non devono essere terreno di scontro elettorale. Pretendiamo invece dalla Regione interventi seri e decisi su quella che è la strada principale che collega il capoluogo pontino alla Capitale. Non può restare in queste condizioni, e non bastano piccoli interventi di manutenzione ordinaria. E soprattutto – concludono Ialongo e Miele -, ci auguriamo quando i tempi della giustizia avranno fatto il loro corso, di vedere aperti i cantieri per la realizzazione della Roma-Latina, opera irrinunciabile per permettere a Latina di uscire dall’isolamento in cui è collocata”.

CORRELATI

spot_img
spot_img