giovedì 11 Agosto 2022
spot_img

La Lega programma la presa di Roma e Regione. Zicchieri: “I cittadini sostengono le nostre battaglie”

Un incontro per fare il punto della situazione e definire quale sia la strategia migliore per mettere fine al governo di Roma e Regione Lazio da parte di Raggi e Zingaretti.

L’appuntamento è per domani, presso l’Hotel Holiday Inn Rome, con la conferenza programmatica della Lega Lazio.

‘Il primo partito del Lazio e d’Italia ha l’obbligo di analizzare – spiega il coordinatore regionale e il vicecapogruppo alla Camera della Lega, Francesco Zicchieri -. lo stato pietoso di Roma e della Regione Lazio. Non si possono non prendere di petto le emergenze capitoline e le evidenti difficoltà vissute nelle province per una chiara mancanza di responsabilità politica, in primis dal sindaco Virginia Raggi e dal governatore Nicola Zingaretti, come nel caso della gestione del ciclo dei rifiuti con il rischio addirittura di un’emergenza sanitaria nella Capitale”.

I temi sono conosciuti e vanno dalla mancanza di una gestione seria e chiara dei rifiuti costretti a compiere dei veri e propri viaggi della speranza oltre i confini regionali con costi elevatissimi a carico dei cittadini.

“I rifiuti sono un valore ovunque con i termovalorizzatori di ultima generazione, mentre –  puntualizza Zicchieri – a Roma e nel Lazio sono un problema”:

Passano per l’emergenza sanitaria con strutture ospedaliere ridotte all’ombra di se stesse e liste di attesa proibitive che spingono tanti, troppi, cittadini a rinunciare alle cure.

Per finire alla carenza infrastrutturale  a cui, anni di inerzia politica, il Lazio e la provincia di Latina sono condannate da oltre trenta anni.

”I cittadini sostengono le nostre battaglie e la nostra visione di città e di Regione, soprattutto quotidianamente testimoniano la loro sofferenza nel sborsare i tributi ricevendo in cambio dei servizi pessimi: dalla sanità ai trasporti. Per non parlare dello stato vergognoso in cui si trovano l’agricoltura, le infrastrutture con l’impasse sulla Roma-Latina e sulla Cisterna-Valmontone,ma anche le difficoltà oggettive dello sviluppo, del turismo, del commercio e dell’artigianato carenti di un progetto organico ed incisivo. Ecco – conclude Zicchieri – l’evento di domani sarà l’occasione per rafforzare e ultimare la nostra proposta di governo a livello regionale e locale, intraprendendo nuove battaglie sia nelle istituzioni sia nei territori con i nostri meravigliosi militanti”.

Sarà questo il contesto per definire anche i dettagli della manifestazione ‘Orgoglio italiano‘ del 19 ottobre in piazza San Giovanni nella Capitale con Matteo Salvini.

CORRELATI

spot_img
spot_img