mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img

Pontinia, rapina violenta in gioielleria: domiciliari per un 21enne

Arresti domiciliari per un ragazzo di 21 anni, di Giugliano, in provincia di Napoli, per la rapina violenta a Pontinia. Il giovane, A.C. sono le sue iniziali, si era consegnato spontaneamente presso la casa circondariale di Poggioreale, con il suo avvocato.

I domiciliari, sono stato concessi, dopo l’interrogatorio, dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina, Pierpaolo Bortone. L’indagato attenderà quindi in casa, a Giugliano, un eventuale rinvio a giudizio.

Il colpo fu messo a segno il 28 maggio 2020. Alcune persone entrarono nella gioielleria di Pontinia, con il volto travisato da mascherine e cappelli. Il proprietario fu aggredito e poi accoltellato alla schiena, anche la moglie fu picchiata violentemente. Il gruppo fuggì con un bottino di diamanti e gioielli in oro per un valore di 30mila euro.

Grazie alle indagini fu scoperta una banda di giovani incensurati, sia esecutori materiali che sostenitori. Il 16 ottobre 2020 furono arrestati per il colpo due giovani campani, S.F. di 25 anni e M.G. di 39 anni. Il terzo responsabile era invece ricercato e ora, dopo essersi costituito, è ai domiciliari.

CORRELATI

spot_img
spot_img