martedì 16 Agosto 2022
spot_img

Pronta la barriera acchiappa plastica sul fiume Garigliano

Una “barriera acchiappa plastica” verrà posizionata sul fiume Garigliano nel territorio di Minturno.

“Sembrava solo un sogno – dice Dino Zonfrillo, Presidente di Legambiente Sud Pontino – quando, dopo aver avanzato la richiesta tempo fa insieme a Roberto Scacchi Presidente di Legambiente Lazio, abbiamo accompagnato a metà novembre a Minturno Cristiana Avenali, Responsabile dell’Ufficio di Scopo dei Contratti di Fiume della Regione Lazio e Consigliere Regionale nella scorsa legislatura, per un sopralluogo presso quello che è risultato il sito più idoneo.

Ora, quasi ultimato il percorso autorizzativo, il sogno potrà realizzarsi in autunno, dopo il grande successo della strutture gemelle situata sul fiume Tevere e Aniene”.

“l Garigliano – continua Zonfrillo – è uno dei maggiori fiumi d’Italia tra Lazio e Campania, e trasferisce, come segnalato anche da Legambiente, una gran quantità di plastica in mare; plastica che finisce in parte sulle spiagge”.

E ancora: “L’istallazione è simile a quella piazzata sul Tevere che è costituita da cinque elementi galleggianti ancorati con dei pali alle sponde del fiume. Sorgerà nei pressi del Ponte su Stralli e sarà in grado di raccogliere fino a 400 chili di rifiuti per volta.

La diga verrà svuotata periodicamente e i rifiuti verranno stoccati e trasportati in un impianto dove verranno selezionate le plastiche da avviare al riciclo”.

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img